Igiene intima dopo un rapporto sessuale: le quattro cose da sapere

L’igiene intima prima e dopo un rapporto sessuale non solo è fondamentale per una sana vita di coppia ma vale per entrambi i partner. Scopriamo perché e come va eseguita.

  • Igiene intima

  • 21 Lug 2023

Una corretta igiene intima è un gesto insostituibile che ci permette di prenderci cura della parte più delicata del nostro corpo. È importante quella quotidiana e anche quella eseguita in situazioni particolari (durante il ciclo, quando sudiamo, se frequentiamo piscine e palestre).

Spesso, però, si sottovaluta l’importanza dell’igiene intima prima e soprattutto dopo un rapporto sessuale. Ma perché è così importante? E come va eseguita? Proviamo a capirlo in quattro punti.

  • 1) Non esiste un obbligo, ma è consigliato curare l’igiene intima anche prima di un rapporto sessuale.Partiamo dal momento che anticipa il rapporto sessuale. Inutile dire che è sempre meglio arrivare preparati!
    Lavarsi le parti intime e le mani prima di un rapporto sessuale è senza dubbio un segno di rispetto nei confronti di noi stessi e anche del partner. Durante un rapporto sessuale le parti intime entrano in contatto. È importante, dunque, che siano pulite, anche quando l’igiene intima è stata già eseguita nelle ore precedenti.
  • 2) Igiene intima dopo un rapporto sessuale: un gesto che può fare la differenza.Lavarsi la zona intima dopo un rapporto sessuale può sembrare a molti un consiglio scontato ma, come tutti i consigli importanti, sempre meglio ricordarlo.
    Il rapporto sessuale è un momento di contatto tra le parti intime e comprende uno scambio di fluidi che poi, una volta terminato l’atto, devono essere lavati via.Per le donne è una precauzione che può aiutare a contrastare la comparsa di fastidi che seguono la penetrazione, come irritazioni, bruciori o cattivo odore vaginale.
  • 3) Lavarsi correttamente sì, ma come?Lavarsi correttamente le parti intime dopo un rapporto sessuale è un gesto essenziale per ogni sesso. Nessun partner è esonerato!
    Ovviamente prima di iniziare occorre detergere bene le mani poiché anch’esse potrebbero contenere residui vari.
    Nel caso della donna, la zona intima va lavata seguendo un movimento che va dalla zona genitale a quella anale e non viceversa. Così si evita di trasportare germi intestinali nella vagina rischiando la comparsa di condizioni fastidiose come, ad esempio, la cistite.
    Nel caso dell’uomo testicoli, pene e ano vanno puliti in tutte le loro parti con cura e attenzione e con il detergente intimo adatto (ne abbiamo parlato nel nostro articolo Igiene intima uomo: i nostri consigli su come eseguirla correttamente”).
    Una volta detersa la zona intima (e questo vale per ogni zona perianale) è importante risciacquare bene e asciugare accuratamente, tamponando con delicatezza e senza sfregare.
    Un consiglio in più? Fare la pipì dopo un rapporto sessuale e prima di lavarsi è un buon modo per espellere eventuali batteri.
  • 4) Il detergente intimo? Se è delicato va bene per entrambiParte fondamentale di una corretta igiene intima è il detergente che viene usato. Un prodotto qualsiasi? Non va bene. Per una zona così delicata serve un dermocosmetico adatto alle principali mucose e utilizzabile ogni giorno.
    Il Detergente Intimo pH 4.5 Dermon è stato formulato per avere un tocco delicato. Con i suoi ingredienti essenziali (lenitivi e rinfrescanti) di alta qualità deterge delicatamente le zone intime e può essere condiviso con serenità e tranquillità da tutta la famiglia! Un vero alleato, anche dopo un rapporto sessuale!
Websolute