Tensioattivi: cosa sono e come interagiscono con la nostra pelle

Qualcuno ricorderà i tensioattivi dall’ultima lezione di chimica… è passato troppo tempo da quel giorno? Non temere: di seguito tutto quello che c’è da sapere, e soprattutto quali sono i risvolti dal punto di vista dermocosmetico!

  • detergenza

  • 5 Ago 2022

A qualcuno sarà capitato di osservare uno strano fenomeno: una goccia d’acqua cade su un tessuto, ma questo non si bagna: è come se il tessuto stesso riuscisse a impedire a quella piccola gocciolina d’acqua di passare! Questo è dovuto alla tensione superficiale dell’acqua, grazie alla quale appunto la sostanza rimane al di fuori dell’oggetto su cui viene versata.
Tuttavia, se l’acqua non riesce a entrare in contatto con alcuni materiali… come si può riuscire a pulirli e rimuovere lo sporco?

 

Cosa sono i tensioattivi

Cosa sono i tensioattivi? La premessa era doverosa, in quanto i tensioattivi vengono utilizzati proprio per sopperire a questo “problema”: servono cioè per diminuire la tensione superficiale dell’acqua e consentire ai detergenti in cui vengono impiegati di rimuovere efficacemente lo sporco e il grasso dai tessuti (o altro materiale). In ultima analisi, si può affermare che i tensioattivi agiscono sulla “bagnabilità” di un materiale.

I tensioattivi sono composti organici di vario genere, tutti accomunati da una bivalenza, ovvero dal fatto di avere:

  • • una componente idrofila, per la quale la testa della catena di idrocarburi si lega all’acqua;
  • • una componente lipofila, per la quale la coda della catena di idrocarburi si lega al grasso (permettendo quindi la fase di detersione e rimozione della sporcizia).

Esistono altre due proprietà appartenenti ai tensioattivi che li rendono una sostanza tanto utilizzata nella preparazione di prodotti detergenti:

  • • hanno un effetto solubizzante, ovvero sono in grado di aumentare la miscibilità tra sostanze oleose e acquose (il che li rende i più adatti per la creazione di creme e detergenti);
  • • hanno una funzione elettrostatica, motivo per cui vengono anche utilizzati nella preparazione di shampoo e prodotti per capelli.

Abbiamo capito cosa sono i tensioattivi, ma non ne esiste una sola tipologia bensì diverse: passiamo quindi in rassegna tra le diverse categorie e le loro caratteristiche.

 

Tensioattivi e pelle sensibile: come scegliere

Esaminate caratteristiche e significato dei tensioattivi, focalizziamoci ora sul modo in cui possono interferire con la nostra cute.

La cosa più importante da tenere a mente è la capacità dei tensioattivi di delipidizzare, ovvero di “sgrassare” e rimuovere lo sporco dalla superficie con cui vengono a contatto (quindi, anche dalla pelle). La nostra pelle infatti è provvista (come abbiamo già visto nell’articolo dedicato al detergente schiumogeno) di un sottile ma fondamentale strato protettivo, che isola la cute dalle azioni (e dai pericoli) del mondo esterno: il film idrolipidico. Come fa intuire la parola stessa, il film idrolipidico è composto da acqua e lipidi, cioè sostanze grasse.

Ecco perché l’azione di un tensioattivo troppo potente può interferire con l’equilibrio di questo strato, in particolare quando si ha a che fare con una pelle già delicata e piuttosto sensibile (non sai se la tua pelle è sensibile o meno? Leggi l’articolo dedicato alla pelle sensibile per saperne di più!), verso la quale è necessario adottare la massima attenzione.
In ogni caso, è buona prassi essere cauti e accurati quando si seleziona il proprio detergente corpo: la qualità degli ingredienti e l’essenzialità della formula è spesso garanzia di tollerabilità, affidabilità ma soprattutto delicatezza: quella stessa delicatezza di cui tutte le pelli, ma in particolare quelle sensibili, hanno bisogno!

I detergenti Dermon sono stati appositamente pensati per essere dermoaffini e regalare alla cute una coccola dolce ma efficace: il Detergente Doccia Delicato contiene idratanti e antiossidanti di alta qualità, il Detergente Doccia Dermico a pH 4.0 svolge un’azione di controllo microbico ma grazie alla sua formulazione essenziale ha un’elevata tollerabilità, e il Detergente Doccia Extra Sensitive, approvato anche da AIDECO, è appositamente dedicato a tutte le pelli super sensibili, a tendenza atopica, fragili o reattive. Infine, sono tutti caratterizzati da una bassa schiumosità (ovvero: ancora più delicatezza nei confronti della pelle!) e sono studiati per minimizzare il rischio di allergie.
Scoprili tutti nella farmacia o parafarmacia più vicina a te!

Websolute